Fedeltà – Marco Missiroli (2019)

0
95

Questo è un libro abbastanza discusso che ha diviso la critica, ed in effetti anche io ho pareri contrastanti a riguardo.

Il titolo è molto eloquente: questo romanzo tratta il tema della fedeltà/infedeltà sia nel rapporto di coppia sia con se stessi e con il proprio credo.

Per qualcuno è un argomento scomodo ed è poco piacevole vedere scritte nero su bianco tutte le dinamiche di una coppia che nessuno avrebbe il coraggio di ammettere apertamente, ma di cui non si può negare l’esistenza.

Ambientato a Milano il romanzo si muove su cinque personaggi principali: Carlo e Margherita (marito e moglie), Sofia (amante di Carlo), Andrea (amante di Margherita) e Anna (madre di Margherita).

Parto subito dicendo cosa non mi è piaciuto: a tratti l’ho trovato un po’ improbabile e forzato. Sia nella costruzione dei personaggi sia (e forse soprattutto) nel modo in cui parlavano e si approcciavano.

Mi è mancato un po’ di dialogo (o anche di silenzio) in alcuni punti del libro, mentre in altri ne ho trovato troppo e troppo forbito e sopra le righe.

Non ho apprezzato molto nemmeno lo stile, inizialmente molto molto brusco e frammentato, nervoso… che però si apre un po’ sul finale.

Alcune cose però mi sono piaciute, come ad esempio il mettere in luce come spesso la vita e le necessità ci portano a scendere a patti con le posizioni prese e che fino all’altro giorno consideravano ferree. Oppure l’indagare come, nell’essere fedeli ad altre persone, finiamo per essere infedeli a noi stessi.

Ma dove sta il confine, tra essere fedeli a se stessi ed essere fedeli agli altri? Qual è il limite accettabile per condurre una vita soddisfacente all’interno di una società con regole culturali precise?

Un’immagine è degna di nota: Anna, dopo la morte del marito, trova in cantina delle cartoline e scopre così il tradimento del defunto coniuge. Se inizialmente le tiene nascoste, un giorno le porta in casa e le appoggia sullo scrittoio, in soggiorno. E capisce che forse la libertà è proprio questa, non nascondere e non nascondersi nulla, nemmeno un tradimento.

Insomma, un libro (per me) con diversi chiaro/scuri, punti di forza e di debolezza, ma che comunque vale la pena di leggere.

 

 

 

 

 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here