Le luci nelle case degli altri – Chiara Gamberale (2010)

0
65

Libro scelto dal club di lettura a cui partecipo per il ciclo “condominiale”.

Parto con grande scetticismo, del tutto confermato sul finale.

Non posso sicuramente dire che non sia stata una lettura che mi ha tenuto compagnia per qualche serata: è un libro che si fa leggere. Ma non posso nemmeno affermare che mi sia piaciuto.

Partiamo già da una nota negativa: la storia è molto inverosimile. Una bambina rimasta orfana viene adottata da un’intero condominio. Spero che nessun assistente sociale legga mai questo libro o potrebbe avere un infarto.

Senza dilungarmi sulla trama, ho trovato questo libro molto adolescenziale e commerciale.

Adolescenziale per i temi, per gli argomenti e per il modo in cui sono stati trattati, ma forse può anche salvarsi in corner perché per la maggior parte è raccontato attraverso gli occhi di un’adolescente. Commerciale invece per i personaggi e per la scrittura.

Una cosa che non mi ha proprio convinta sono, appunto, i personaggi. Quando leggo questi testi non mi viene altro che da chiedermi: ma non esiste una persona “normale” con una vita “normale”? e non posso fare a meno di pensare che l’autore abbia voluto buttarci di tutto un po’ per rendere il testo più pepato.

Molto commerciale è anche la scrittura, a tratti quasi banale con esternazioni che mirano ad avere un qualche impatto filosofico, ma con poca convinzione.

Magari il tema, anche se inverosimile, poteva veramente aprire le porte a delle riflessioni e a delle dinamiche interessanti. Peccato però che non siano state per nulla colte e sviluppate.

Insomma, un libro scorrevole ma mediocre e commerciale.

 

 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here