Locanda Margon: il TOP

0
279

La Locanda Margon (link al sito) non ha bisogno di tante presentazioni. Ristorante stellato (2 stelle con l’ex chef Alfio Ghezzi) mentre 1 stella con l’attuale chef Edoardo Fumagalli, domina la collina di Ravina (Trento). Immersa nei vigneti deve la sua nascita al Gruppo Lunedì (la famiglia dello spumante Ferrari).

La proposta del ristorante è pensata per due tipologie di clientela: nella veranda un menù di qualità però più bistrot, mentre nel salotto gourmet un approccio (anche in virtù del nome) legato all’esperienza culinaria da stella michelin.

La possibilità di poter optare per queste due alternative è sicuramente un punto a favore che spesso non si trova in altri ristoranti. In questa recensione parleremo del nuovo menù “Naturale Cognizione” proposto nel salotto gourmet.

Iniziamo con i benvenuti…(che sono tanti e di qualità TOP):

Due parole per descrivere questo mini pollo (buono oltre che particolare da osservare). Si tratta della ricostruzione di un pollo con parti provenienti dall’animale. Quindi nella mini coscia troveremo parti della coscia e così via. Un lavoro stilistico e di gusto veramente notevole.

Un sigaro ripieno di formaggio caprino con cenere alla cipolla. Tanta roba!

Taccola ripiena su crumble al cioccolato.

Una sorta di “spugna” all’oliva con delle simpatiche decorazioni di arancia amara.

Ovetto marinato con spuma e quinoa croccante…veramente buono.

Questi sono stati i benvenuti della cucina. Si è quindi partiti in maniera incredibile. Era tutto buonissimo, ben presentato e di gusto. Iniziamo ora con il menù vero e proprio.

Qui fantastici cioccolati colorati sono…burro aromatizzato. Bianco: classico, giallo: zafferano, Verde: basilico e Rosso: rapa.

Cannolo di pane al caviale: battuta di gamberi rossi e salsa all’arancia.

Police verde.

Bottoncini di pasta ripieni al lime e salsa ai canederli: molto particolari. La salsa al canederlo era deliziosa, il ripieno al lime potrebbe non piacere a tutti visto la nota agrumata.

Spaghetto Monograno Felicetti cotto in infuso di geranio odoroso e ibisco, “acqua” di tinca e croste di pane. Bellissimo va vedere, un bel colore, un buon profumo e molto buono al gusto.

Trota salmonata con salsa ai gamberi di fiume. Curiosa l’idea di ricreare una trota a forma di carota.

Maialino da latte. Tre tagli diversi di maialino…

…più il musetto al Ferrari Perlè.

Pre Dessert. Fresco e agrumato.

Il Tartufo: ovvero crema di nocciole e gocce di massa di cacao. Una bomba atomica veramente gustosa…proprio come dev’essere un dolce degno di questo nome.

A seguire piccola pasticceria e una tisana finale.

La Locanda Margon è un posto splendido. Tutto è curato, il personale in gamba e la cucina si è dimostrata essere veramente TOP. 1 stella michelin è meritata? NO, per il semplice fatto che a conti fatti se ne meriterebbero sicuramente 2.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here