L’ora di Agathe – Anne Catherine Bomann (2019)

0
65

In questo libro, molto delicato, l’autrice ci racconta la storia di uno psicologo che ogni mattina fa il conto alla rovescia dei giorni che lo separano dalla sua pensione.

E’ un uomo che passa le sue giornate ad ascoltare le vite e i problemi altrui, cercando talvolta di risolverli (ma spesso limitandosi a fare finta di ascoltare mentre disegna caricature di volatili sul suo taccuino)… Ma cosa si può dire della sua di vita?

Fuori dal suo studio è un’uomo molto solo, rintanato nella sua casa come in un guscio protettivo, che osserva il mondo desideroso di farne parte ma senza avere il coraggo di provarci.

I suoi affetti si limitano alla sua segretaria, seppur di lei in fin dei conti sappia ben poco…

A sconvolgere il suo “equilibrio” arriva una nuova paziente, Agathe: una donna gioiosa, florida, che profuma di torta di mele ma che è tanto infelice. Apparentemente fragile, si dimostra invece capace di mettere in discussione lo psicologo al tramonto della sua carriera: ho mai amato qualcuno? Cosa ho fatto durante la mia vita?

In questo libro la Bomann affronta in punta dei piedi il conflitto che sta tra il desiderio di vicinanza e la paura del contatto umano, raccontando la presa di coscienza, seppur tardiva, di chi ha vissuto la sua vita solo per metà e sempre al riparo dagli occhi del mondo.

Meglio tardi che mai.

 

 

 

 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here